La gobba del bisonte è nota come un inestetismo che causa grande insicurezza. La maggior parte delle volte questa gobba rappresenta solo un difetto estetico, ma non è raro che con sé porti dolori e rigidità. Ed è soprattutto in questo caso che è necessario intervenire per non peggiorarne le condizioni.

Ma andiamo con ordine: scopri insieme al team di Idrokinetik cos’è la gobba del bisonte, come si genera e come può essere trattata.

Cos’è la gobba del bisonte?

La gobba del bisonte, nota anche come gibbo del bisonte o gobba sul collo, è un’accentuazione della settima vertebra cervicale. Si caratterizza per essere un rigonfiamento posto tra il tratto cervicale e quello dorsale. Si tratta di un disturbo piuttosto comune che si mostra essere un inestetismo di cui i pazienti vogliono liberarsi. In linea generale non causa sintomatologie, soprattutto invalidanti. Ciò consente alle persone che presentano questa gobba cervicale di condurre normalmente la loro quotidianità senza limitazioni.

Tuttavia, anche se in via quasi eccezionale, non sempre è solo un’imperfezione, ma può manifestarsi anche tramite dolori e fastidi. Ma quali sono le cause che portano allo sviluppo della gobba del bisonte?

Le cause

Prima di tutto è bene specificare che questa gobba si viene a creare con il tempo, ovvero non può comparire da un giorno all’altro. 

In genere possiamo dire che la gobba del bisonte si verifica a seguito di uno squilibrio tra muscolatura anteriore e posteriore del collo. La muscolatura anteriore predomina su quella posteriore, dando vita al fenomeno della verticalizzazione e quindi all’anteposizione del distretto cervicale. Come meccanismo conseguente, le prime vertebre toraciche si bloccano in posteriorità, per ovviare alla loro caduta in avanti. Questo processo fa sì che la gobba diventi ancora più pronunciata.

Esistono differenti cause che determinano questo disturbo. Tra queste menzioniamo:

  • Trauma a livello cervicale;
  • Problematiche alla postura o/e comportamenti posturali giornalieri errati (tra cui l’utilizzo di smartphone e pc assumendo posizioni sbagliate);
  • Artrosi deformante;
  • Alterazioni strutturali date dalla genetica.

In alcuni casi la gobba del bisonte può essere rappresentata da un accumulo di grasso. I motivi che portano alla generazione di questa protuberanza sono riconducibili a:

  • Sindrome di Cushing, una patologia ormonale;
  • Assunzione prolungata di farmaci steroidei;
  • Effetti collaterali di alcune terapie farmacologiche.

E quando non è solo un inestetismo?

Come anticipato, anche se apparentemente è una condizione innocua, la gobba del bisonte potrebbe comunque portare con sé alcuni sintomi. Questi ultimi possono essere:

  • Rigidità nella rotazione del collo e nei movimenti di estensione;
  • Pesantezza a livello del collo;
  • Fastidio;
  • Irritazione delle radici nervose delle vertebre interessate;
  • Disagio nel momento in cui ci si corica, con la necessità di dormire con almeno due cuscini;
  • Conseguenze delle disfunzioni del ganglio stellato, come complessa digeribilità e palpitazioni.

In ogni caso è più comune che si palesi in assenza di questi ultimi. Se però la gobba del bisonte diventa disturbante, possiamo dire che è molto più di un mero inestetismo.

La diagnosi

È sempre bene accertarsi che la gobba del bisonte non sia opera di tumori maligni. Anche se la situazione appena descritta è piuttosto rara, è necessario effettuare una diagnosi per comprenderne la natura e le relative terapie.

Pertanto è bene rivolgersi al proprio medico di base. Solitamente la visita medica è sufficiente, ma il dottore può comunque prescrivere esami approfonditi, come ecografie e risonanze magnetiche.

Come trattare la gobba del bisonte

Il trattamento della gobba del bisonte dipende dalla natura della stessa. Se si tratta di un accumulo di grasso, sarà indispensabile rimuoverlo con l’intervento di un medico chirurgo/medico chirurgo specializzato in medicina estetica. Invece se la gobba del bisonte è determinata dallo squilibrio tra la muscolatura anteriore e posteriore del collo, è indispensabile la fisioterapia.

Sessioni fisioterapiche mirate e costanti, con esercizi soprattutto di estensione toracica e di rinforzo dei muscoli estensori e flessori profondi del collo, possono portare alla scomparsa di questo inestetismo.

Gli esperti della Fisioterapia sono qui: contatta Idrokinetik e cura la tua gobba del bisonte

Sappiamo quanto questo inestetismo, che talvolta può comportare sintomatologie tutt’altro che piacevoli, ti faccia sentire insicuro. Con il team di esperti di Idrokinetik, però, questo difetto estetico può diventare solo un brutto ricordo. 

Affidati alle nostre competenze, le nostre tecniche innovative e le tecnologie all’avanguardia di cui disponiamo. 

Contattaci per una prima visita.

    Nome

    Email

    Telefono (Facoltativo)

    Centro

    Il tuo messaggio