Visita Reumatologica

La visita reumatologica è una visita che viene effettuata dallo specialista in reumatologia, branca della medicina che si occupa della diagnosi, della cura e della riabilitazione delle malattie reumatiche: malattie del tessuto connettivo (il tessuto presente tra una cellula e l’altra con funzione di sostegno) o malattie delle ossa (come l’artrosi) non conseguenti a traumi.

Le malattie reumatiche possono avere o meno natura infiammatoria.

Tra le prime rientrano l’artrite reumatoide (malattia dolorosa e potenzialmente invalidante) ed il lupus eritematoso (malattia che danneggia numerosi tessuti e cellule); tra le seconde spicca l’artrosi (malattia degenerativa delle articolazioni).

Alcune malattie reumatiche come il lupus eritematoso, possono interessare non solo l’apparato osteomuscolare (ossa e muscoli), ma anche organi interni, come cuore, polmoni, reni, ecc. Questo è dovuto all’attivazione di processi di tipo autoimmunitario, cioè di produzione dell’organismo di anticorpi diretti verso le sue stesse cellule.

Tra i sintomi delle malattie reumatologiche ci sono l’affaticabilità ed i dolori alle articolazioni, che si manifestano particolarmente con i movimenti (soprattutto al mattino) e la febbre.

Gli esami da eseguire, oltre alle “classiche” analisi del sangue e delle urine, sono:

  • Radiografia del torace ed elettrocardiogramma (tracciato dell’attività elettrica del cuore)
  • TAC (uso di raggi X per realizzare al computer una ricostruzione del corpo)
  • RMN (o risonanza magnetica nucleare, cioè applicazione di un campo magnetico esterno per visualizzare le strutture dell’organismo) particolarmente indirizzate alle articolazioni.

Esami specifici sono l’artrocentesi (prelievo del liquido formatosi in un’articolazione, eseguito per stabilire le cause di problemi all’articolazione stessa) e l’artroscopia (tecnica di indagine endoscopica, cioè eseguita dall’interno di un’articolazione, per visualizzarne la struttura).

Dettagli

Ti piace ?0
Categoria